GAMIFICATION CORNER

Playoff incontra: Rui Patrício. La gamification al servizio dell'innovazione.

Rui Patricio, portoghese, trainer, speaker, auditor e esperto di  gamification. Ha ricevuto un premio nell'ambito del contest "Born from Knowledge del governo portoghese per le 10 migliori idee innovative". Prima di questo ha ricoperto il ruolo di consulente per molti progetti nell'ambito della formazione e innovazione a livello internazionale. Attualmente, sta concludendo il suo dottorato di ricerca nel settore del design e dell'innovazione presso l'Università di Aveiro in collaborazione con la Scuola di Design del Politecnico di Milano (POLIMI), che esplora i legami tra innovazione e gamification.

Abbiamo chiesto a Rui Patricio, di raccontarci dei suoi progetti in qualità di ricercatore dello IADE  - Creative University nonchè di fondatore di Digitalflow, uno "spin-off boutique-consulting" dell'Università di Porto nell'area dell' innovation Management Ci interessava,  in particolare, esplorare un campo che gli è molto caro, quello dell' utilizzo di meccaniche e dinamiche della gamification a supporto della generazione di idee per lo sviluppo di nuovi prodotti e il lancio su nuovi mercati.

Com’è nata la sua passione per la Gamification?

È nata quando ho cominciato ad esplorare l’approccio della gamification sull’innovazione. Ho subito compreso il potenziale che ha la gamification nel coinvolgere i team e nel coordinare diversi tasks. Ovviamente, ho capito quanto fosse potente durante le impostazioni di processi aziendali e nel mondo accademico (ad esempio corsi con gli studenti per affrontare le sfide aziendali).

Secondo lei, in quale modo l’utilizzo di elementi e metodi di gamification supporta la generazione di idee per lo sviluppo di nuovi prodotti o l’ingresso in nuovi mercati?

La prima fase dell’innovazione è per sua natura molto confusa, dispersiva e complessa; in questo tipo di scenario è abbastanza complicato gestire gli innovation teams, che sono per lo più "indisciplinati" e basati su progetti. Durante questa fase, l’interazione è fondamentale per garantire la coerenza dei risultati. Tuttavia, la maggior parte delle volte è piuttosto difficile avere team che si impegnano per lunghi periodi di tempo. Altri approcci come workshop di progettazione portano un entusiasmo enorme, ma l’interesse crolla non appena è necessario andare più in profondità e passare più tempo a collegare i punti e ottenere il consenso sulle questioni chiave.
L'innovazione richiede un duro lavoro; la progettazione e la convalida dei concetti innovativi fanno parte di un lungo processo (con alti e bassi) che richiede alti livelli di coinvolgimento, coordinamento e concentrazione sulla sfida.

L'approccio della gamification applicato all’innovazione incoraggia la collaborazione, facilitando il consenso. Un ulteriore vantaggio è rappresentato dallo sviluppo delle competenze trasversali e della capacità di innovazione, come promuovere un dibattito e imparare ad accettare gli altri punti di vista, spiegare le cose in un modo diverso, collaborare in modo più aperto, competere equamente, assumersi rischi, mettere in discussione le ipotesi, acquisire informazioni preziose e agire nella stessa direzione.
Grazie alla gamification, i team sono in grado di generare concetti che se azionati migliorano, arricchiscono e sviluppano le idee iniziali, permettendo di affrontare la sfida in modo più strutturato.

Quali sono i suoi metodi e strumenti "gamificati" preferiti in grado di aiutare i team a motivarsi e impegnarsi?

Uno dei miei argomenti di ricerca verte proprio sul modo in cui le aziende stanno applicando i metodi e strumenti di gamification durante tutto il ciclo di vita dell'innovazione. Ho imparato molto da altri studi e ricercatori che hanno esplorato diversi metodi e strumenti di gamification.
A mio avviso, oltre agli strumenti "digitali di gamification" (come le applicazioni web e la realtà virtuale/aumentata), i team di innovazione possono anche utilizzare strumenti non digitali, come giochi da tavolo, carte e mattoncini lego per supportare il processo di innovazione.
In uno degli articoli che ho pubblicato  - Gamification Approaches to the Early Stage of Innovation -  è possibile capire il valore di questi metodi e strumenti di gamification nell'ambito dei processi di innovazione.

Ad esempio, le applicazioni digitali possono essere utilizzate per supportare la generazione di idee, fornendo livelli di coinvolgimento e motivazione più alti nel tempo. Nel caso della prototipazione, per esempio è possibile applicare metodi e strumenti come se fossero mattoncini lego in modo da rendere i concetti "più tangibili". Le osservazioni provenienti dai progetti condotti con le aziende supportano i risultati chiave della ricerca e mostrano che l'utilizzo di una buona combinazione di metodi e strumenti di gamification digitali e fisici fornisce un approccio più completo ed efficace.

Ha provato Playoff. Cosa ne pensa?

Playoff HomepageSi, ho appena completato il tutorial. Ho trovato molto interessante e facile il settaggio delle componenti del gioco. Sono abbastanza sicuro che Playoff abbia il potenziale per essere applicato in molte aziende e in diversi scenari. Oltre all’innovazione, sarebbe molto interessante esplorare Playoff in altre aree come il marketing, il coinvolgimento dei dipendenti e lo sviluppo delle abilità.

Pensa che per un gamification consultant come lei, usare un motore di regole agnostico come Playoff, potrebbe essere d’aiuto per essere liberi nel progettare una strategia di engagement personalizzata?

In questo momento sono molto più concentrato sul mondo accademico e molti dei progetti che ho in corso con le aziende sono condotti con un metodo scientifico, seguendo la buona prassi della ricerca. Sto inoltre consigliando alle imprese nel settore dell’innovation management di incorporare i metodi e gli strumenti di gamification ogni qual volta si renda necessario coinvolgere i team durante i vari processi.

Può raccontarci uno dei suoi progetti di gamification che sta sviluppando?

Attualmente sto coordinando un progetto innovativo indirizzato ad un cambiamento concreto per un’azienda. Collaborando in un ambiente di gioco, i team di innovazione sono in grado di scatenare le loro menti creative e generare concetti di valore per problemi complessi della vita reale. Gli strumenti fisici di gamification sono usati per creare maggior coinvolgimento e un ambiente collaborativo. Questi strumenti stanno svolgendo un eccellente lavoro supportando lo sviluppo di idee.
Indipendentemente dai vantaggi dell’utilizzo di giochi da tavolo a supporto dello sviluppo del concept, durante il progetto ho identificato l’opportunità di fornire applicazioni digitali per aiutare i team interdisciplinari e auto-organizzanti, nel processo di ideazione individuale e di raccolta di valutazione di idee.

 

È stato un piacere avere il professor Patricio come nostro primo ospite internazionale. Le sue parole ci hanno aiutato a chiarire come la gamification possa ricoprire un ruolo strategico nella fase iniziale dell'innovazione e il suo interesse per Playoff ci ha incoraggiati ad esplorare la possibilità di implementare la gamification nei processi di trasformazione delle idee in prodotti o servizi.

Non hai ancora provato Playoff?

Inizia ora la tua free trial gratuita!

New call-to-action

Topics: gamification, interview, +innovation

Il blog di Playoff: la piattaforma di gamification senza limiti

"Track & Reward Actions wherever they happen" questo il claim della nostra piattaforma di gamification Playoff, che consente alle aziende di implementare in modo semplice e intuitivo dinamiche e meccaniche di gamification all'interno dei propri progetti, abbattendo le barriere tecniche che spesso ostacolano l'adozione di questa innovativa metodologia. Playoff funziona come un motore di regole che si prende cura di tutti i meccanismi “difficili” come l’attribuzione dei punteggi, il tracciamento delle azioni, i progressi dei giocatori o delle squadre e la creazione delle classifiche in tempo reale.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere informato sulla gamification.